cookies
 

Il nostro ventaglio di prodotti è ampio e articolato. Offriamo soluzioni innovative in tante aree terapeutiche e recentemente ne abbiamo selezionate alcune sulle quali concentreremo i maggiori sforzi di ricerca. Tra queste: l’oncologia, la virologia, che comprende sia l’epatite C sia l’HIV, il diabete, l’immunologia, l’osteoporosi e l’acute care.

I vaccini sono una dei più grandi successi della sanità pubblica nella storia e MSD ha giocato con impegno la sua parte in questa storia. Le aree di nostro interesse nel settore delle prevenzione vaccinale sono molteplici e coprono molte malattie prevenibili da vaccino.

La vaccinazione deve avvenire nel rispetto delle raccomandazioni a livello nazionale.

MALATTIE DA PAPILLOMA VIRUS UMANO
Il papillomavirus umano (HPV) consiste in una famiglia di virus composta da oltre 100 tipi differenti Ultimo accesso in data 17 gennaio 2011, circa 40 dei quali in grado di infettare l’area genitale. L’infezione da HPV può causare molteplici malattie sia nel maschio che nella femmina, tra cui lesioni precancerose, tumori e condilomi.

MORBILLO, PAROTITE, ROSOLIA E VARICELLA
Il morbillo è una malattia acuta, virale, eruttiva ed estremamente contagiosa che prima dell’introduzione della vaccinazione interessava praticamente tutti i bambini. Il morbillo è una malattia strettamente legata all’uomo, responsabile di decessi e complicanze in tutto il mondo.

La parotite è una malattia molto contagiosa, strettamente interumana, causata da un virus che mostra tropismo ghiandolare e nervoso. Sebbene la parotite sia considerata una malattia infantile piuttosto benigna, in alcuni casi può dare origine a gravi complicanze. La rosolia è una malattia causata da un virus che si trasmette per contagio interumano con le goccioline della tosse o degli starnuti. I sintomi comprendono febbre, rigonfiamento doloroso delle linfoghiandole dietro il collo, eruzione cutanea generalizzata. Può associarsi a complicanze. La rosolia nelle donne in gravidanza spesso porta alla sindrome della rosolia congenita che può determinare aborto o gravi malformazioni a carico del feto.

La varicella è una malattia infettiva dell’infanzia molto comune causata dal virus della varicella- zoster (VZV). Il virus si trasmette da persona ammalata ad una persona sana attraverso le goccioline emesse con la respirazione o il contatto con le vescicole cutanee. La varicella di solito è una malattia lieve, ma può essere grave e associarsi a complicanze, specialmente quando colpisce bambini molto piccoli o soggetti adulti.

PATOLOGIE DA PNEUMOCOCCO
Le malattie pneumococciche sono causate dalle infezioni originate dal batterio pneumococco. Si manifestano sotto forma di varie condizioni tra le quali congiuntivite, otite media, sinusite, polmonite, meningite e setticemia. S. Pneumoniae è la causa principale della polmonite acquisita in comunità. Il termine malattia pneumococcica invasiva si usa per le infezioni pneumococciche più severe e invasive, tra le quali batteriemia, sepsi e meningite. Le infezioni pneumococciche possono insorgere a qualsiasi età ma sono più frequenti nei bambini di età inferiore ai due anni e negli adulti di età superiore ai 65 anni. Le malattie pneumococciche rimangono un problema di salute pubblica importante che causa un’elevata morbilità e mortalità in tutto il mondo. Le persone che presentano fattori predisponenti sono quelle a rischio maggiore.

ROTAVIRUS
Il Rotavirus è un enterovirus che si trasmette principalmente per via oro-fecale attraverso contatti stretti o attraverso oggetti contaminati da feci infette. L’infezione colpisce l’intestino causando una gastroenterite. L’infezione da Rotavirus è ubiquitaria. La prima infezione generalmente si manifesta in modo più severo delle successive, causando gravi disidratazioni soprattutto quando colpisce bambini sotto i 2 anni di età.

EPATITE B
L’epatite B è una malattia a trasmissione parenterale in quanto Il virus dell’epatite B si propaga da un soggetto infettante ad uno suscettibile attraverso il sangue e con i fluidi corporei. I rapporti sessuali rappresentano la maggior fonte di trasmissione della malattia, ma nei Paesi non industrializzati è elevata la probabilità che una madre portatrice possa trasmettere il virus al neonato in occasione del parto. I portatori cronici possono sviluppare, nei decenni successivi all’ infezione una epatite cronica che a sua volta può evolvere in cirrosi o generare un tumore primitivo del fegato.

HERPES ZOSTER-FUOCO DI S.ANTONIO
L’Herpes Zoster (HZ), conosciuto anche come “fuoco di Sant’Antonio”, è una patologia comune e debilitante causata dalla riattivazione del virus della Varicella Zoster (VZV), contratto generalmente nel corso dell’infanzia. In seguito all’infezione primaria, che si manifesta come varicella, il virus diventa latente nei gangli sensitivi craniali e del midollo spinale, e può riattivarsi dando luogo alle manifestazioni nervose, cutanee ed a complicanze. La complicanza più frequente dell’HZ è la nevralgia post-erpetica: una sindrome dolorosa cronica, inquadrata nell’ambito delle sindromi neuropatiche.

EPATITE A
L’epatite A è una malattia che provoca un processo infiammatorio acuto del fegato. La trasmissione avviene da un soggetto all’altro per via oro-fecale o per assunzione di cibo o di acqua contaminati. Nei bambini piccoli l’epatite A è spesso asintomatica, mentre può essere molto grave negli adulti.

Da più di 100 anni, gli Scienziati MSD scoprono vaccini che hanno rivoluzionato la sanità pubblica

1898

H.K. Mulford Co. introduce un vaccino anti vaiolo

1963

Primo vaccino anti morbillo negli Stati Uniti
Hilleman isola il virus della parotite per sviluppare il primo vaccino anti parotite

1967

Primo vaccino anti patorite

1969

Primo vaccino anti rosolia

1971

Primo vaccino combinato anti morbillo, parotite e rosolia

1977

Vaccino contro le malattie da pneumococco

1978

Vaccino del morbillo, della parotite e della rosolia (vivo)

1981

Primo vaccino dell’epatite B plasma-derivato

1983

Vaccino pneumococcico polisaccaridico

1986

Vaccino dell’epatite B (DNA ricombinante)

1990

Vaccino anti Hemofilus b coniugato (coniugato con proteina meningococcica)*
*Non registrato in Italiabr/>

1995

Vaccino della varicella (vivo) Oka/MSD

1996

Vaccino contro l’epatite A, inattivato, adsorbito

2005

Vaccino del morbillo, della parotite, della rosolia e della varicella (vivo) Oka/MSD

2006

Vaccino del rotavirus (vivo)
Vaccino (vivo) dell’herpes zoster, ceppo Oka/MSD
Vaccino del Papillomavirus Umano [Tipi 6, 11, 16, 18] (Ricombinante, adsorbito)

2014

Prima autorizzazione in USA del vaccino del Papillomavirus Umano 9-valente (Ricombinante, adsorbito)

Il presente materiale non intende in alcuna maniera, né direttamente, né indirettamente, delineare o sostituirsi a percorsi terapeutici che rimangono esclusiva responsabilità del medico curante. Le indicazioni contenute in questa pubblicazione non devono essere valutate in sostituzione di cura professionale medica.
Le informazioni contenute in questa sezione sono parziali. A breve saranno consultabili i foglietti illustrativi integrali dei singoli prodotti


 

  • Informazioni
  • I prodotti